DSC_1900

Primo incarico con la D800

Leave a comment
TECNICA


Dopo poche settimane dall’acquisto della mia Nikon D800 ho avuto l’opportunità di testarla sul campo, in una di quelle condizioni in cui non scegli il soggetto né la location e neppure la luce, una condizione in cui tutti fanno le foto ma pochi sanno farle bene per le difficoltà che sottopone… insomma un matrimonio!!

Impugnando la D800 si ha subito l’impressione di avere tra le mani una D700 perfezionata; leggermente più compatta e leggera, migliorata nell’ergonomia e con una razionale disposizione dei comandi. La copertura del 100% nel mirino ottico è apprezzabile fin da subito alla prima immagine composta con la regola delle diagonali. La risoluzione è sbalorditiva ma sinceramente penso che sia tra le caratteristiche meno interessanti di questa splendida reflex… torniamo al matrimonio…

Ore 12.30 Arrivo a Cernobbio

Nella stanza della Villa D’este troviamo la sposa e le amiche che si preparano per la cerimonia. Una stanza non molto ampia ma dotata di una larga finestra ed una tenda bianca che diffonde una splendida luce, cerco da subito qualche ritratto spontaneo mentre la sposa parla con le testimoni e la mamma, utilizzando al meglio la luce naturale proveniente dalla tenda. Ho da subito l’impressione che l’autofocus della D800 sia ciò che ho sempre desiderato sulla D700, rapido e preciso in qualsiasi condizione di luce. Dopo una breve sequenza di ritratto mi dedico a cogliere le espressioni degli ospiti presenti.

Ore 17 una chiesa molto buia;

La luce, si sa, è per un fotografo come la farina per un panettiere, se è poca o scadente le opportunità di fare un buon pane diventano minime. In questa occasione ho potuto testare la Nikon D800 nell’aspetto più discusso sul web; la sua resa alle sensibilità elevate.
L’autofocus mi ha completamente conquistato grazie all’affidabilità stupefacente perfino in chiesa senza luce ausiliaria, risulta vero però che l’affidabilità maggiore si ha sui punti di messa a fuoco centrali. Utilizzando ottiche luminose ho potuto scattare con tempi di esposizione sufficienti e sensibilità Iso relativamente ridotte, spaziando tra Iso 2000 e Iso 3200.
E’ difficile valutare le immagini sul display della fotocamera, per quanto risoluto possa essere, ho dovuto attendere di tornare sul mio computer per poter misurare la qualità delle immagini scattate in scarsa luce, a breve ne postero’ alcuni esempi!

Ore 19; Tutti mangiano, io no!

Il ricevimento è il momento più rilassante per il fotografo e credo anche per gli sposi… calano le barriere, gli invitati si sciolgono e regalano le loro espressioni più spontanee. In questa situazione amo rubare attimi ed espressioni cercando di essere invisibile agli occhi dei miei soggetti.
L’otturatore della D800 ha un rumore nettamente più dolce e morbido del secco TLA-TLAC a cui mi aveva abituato la D700, una miglioria che si è rivelata utilissima sia in chiesa che al ristorante.
Ciò che trovo maggiormente migliorato è il sistema di esposizione, dieci passi in avanti in confronto alla precedente fotocamera, la D800 si avvale di un sistema esposimentrico Matrix 3d 2 con 91.000 pixel contro i 1005 pixel della precedente… al di là dei termini usati dal marketing posso garantire che si tratta di un miglioramento abissale, la D800 dà al fotografo una indicazione sempre precisa, capace di valutare la scena nella sua interezza, riconoscendo il controluce e la presenza dei volti nella scena conferendo maggiore importanza ad essi nel calcolo dell’esposizione.

Va tutto bene ma.. la resa ad alti Iso?
Aprendo i Raw sul mio Imac sono rimasto piacevolmente colpito, il rumore digitale c’è .. non meglio e non peggio di una D700 ma i files sono talmente grandi che la grana quasi non si vede, inoltre la gamma di colore e dinamica non viene minimamente intaccata anche ad iso 6400, la D800 regala immagini davvero splendide, ricche di dettagli e dai colori pieni, fedeli e ben bilanciati.

Il recupero di alte luci ed ombre mi sembra notevolmente migliore rispetto alla D700, i files sono lavorabili in tutti gli aspetti con notevoli margini di intervento grazie ai molti dettagli registrati.

Un paio di lati negativi ci sono…
Se valutate l’acquisto di una Nikon D800 è probabile che dobbiate cambiare computer prendendone uno “corazzato”, meglio se un I7 con 16Gb di ram. I files prodotti da questa reflex sono ottimi ma davvero pesanti, con una grandezza Raw che varia tra i 45 e i 60 megabyte a fotografia (contro i 13-20mb prodotti dalla d700), durante l’elaborazione dei files con Photoshop è possibile notare da subito se il proprio computer è all’altezza o meno, io ad esempio ho dovuto cambiare il mio Imac con un modello più potente.

In conclusione:

I pregi di questa reflex sono davvero molti; offre dei file stupendi, con un contrasto e un dettaglio ottimale.
Il bilanciamento del bianco è molto migliore rispetto alla precedente D700, i colori in luce artificiale sono sempre caldi ma fedeli. La gamma dinamica è uno dei punti forti del sensore di questa reflex, i neri non sono mai eccessivamente chiusi e i files sono davvero lavorabili. Utilizzata in formato DX offre una risoluzione comunque ottima (16 milioni di pixel) e l’opportunità di avere dei files più leggeri e angoli di campo ristretti.
La resa ad alte sensibilità è stupefacente, assolutamente in linea con le prestazioni offerte dalla D700.
Ho inoltre apprezzato il rumore sobrio dell’otturatore e l’ergonomia vicina alla perfezione di questa potente fotocamera.

Trovare difetti alla D800 non è facile ma possibile;
Il Display ha una leggera componente verde che in alcune condizioni è visibile.
I files sono enormi, ricchi di dettagli ma pesanti come macigni per la Cpu
Grazie alla risoluzione elevata ogni difetto di ripresa viene esaltato e reso visibile, la D800 necessita quindi di una mano esperta e capace.. il micromosso e microsfocato saranno visibilissimi nel file al 100% dell’ingrandimento.
L’autofocus, seppur ottimo, mantiene una differenza di prestazioni molto grande tra i punti autofocus centrali e i punti periferici, prediligendo i punti centrali.

A presto!

About these ads
Posted by

fotografo free lance - www.alessandrovargiu.it

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s